CORSI ISPETTORI REVISIONE VEICOLI

MODULI: A - B - C

Revisione Veicoli LEGGERI e PESANTI

PROSSIMA EDIZIONE MARZO 2024

EFFETTUA LA TUA ISCRIZIONE ENTRO

GIORNI
|
ORE
|
MINUTI
|
SECONDI


Corso Ispettori Revisione

AGGIORNAMENTO ISPETTORI

PRENOTA ORA


FREQUENTA DALLA TUA SEDE

CON METODOLOGIA F.S.R.

Corso Ispettore Centro Revisione

MODULO A

Il Modulo A del corso ispettore centro revisione periodica dei veicoli della durata di 120 ore è suddiviso in 3 moduli formativi:
- A1] Tecnologia dei veicoli circolanti - 54 ore;
- A2] Materiali e propulsione del veicolo - 26 ore;
- A3] Caratteristiche accessorie dei veicoli - 40 ore.
Al termine del percorso è rilasciato un attestato di frequenza con profitto, che consente l'accesso alla frequenza del successivo modulo B.
Il corso è rivolto a coloro i quali siano in possesso alternativamente di:
- Titolo di studio Diploma tra quelli previsti e almeno tre anni di esperienza professionale nell’area dei veicoli stradali;
- Titolo di studio Laurea tra quelle previste e almeno sei mesi di esperienza professionale nell’area dei veicoli stradali.
L'esperienza può essere di tirocinio o di lavoro o ricerca, anche in combinazione tra loro, aventi ad oggetto prevalente i veicoli stradali/prove tecniche, anche di natura sperimentale, svolti presso:
- Officine di autoriparazione di cui alla legge 5 febbraio 1992, n. 122
- Centri di controllo
- Aziende costruttrici di veicoli o loro impianti
- Università o Istituti scolastici superiori
Elenco della normativa di riferimento:
- Direttiva Europea 2014/45/UE;
- Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 214 del 19 maggio 2017;
- Accordo Stato-Regioni Rep. N. 65/CSR del 17 aprile 2019


Corso Ispettore Centro Revisione

MODULO B

Il Modulo B del corso ispettore centro revisione periodica dei veicoli della durata di 176 ore è suddiviso in 3 moduli formativi:
- B1] Tecnologia automobilistica - 74 ore;
- B2) Metodi di prova - 70 ore;
- B3] Procedure amministrative - 32 ore.
Al termine del percorso è rilasciato un attestato di frequenza con profitto, che consente l'accesso alla successiva fase di abilitazione.
Il corso è rivolto a coloro i quali siano in possesso alternativamente di:
- Titolo di studio Diploma tra quelli previsti e almeno tre anni di esperienza professionale nell’area dei veicoli stradali;
- Titolo di studio Laurea tra quelle previste e almeno sei mesi di esperienza professionale nell’area dei veicoli stradali.
L'esperienza può essere di tirocinio o di lavoro o ricerca, anche in combinazione tra loro, aventi ad oggetto prevalente i veicoli stradali/prove tecniche, anche di natura sperimentale, svolti presso:
- Officine di autoriparazione di cui alla legge 5 febbraio 1992, n. 122
- Centri di controllo
- Aziende costruttrici di veicoli o loro impianti
- Università o Istituti scolastici superiori
Elenco della normativa di riferimento:
- Direttiva Europea 2014/45/UE;
- Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 214 del 19 maggio 2017;
- Accordo Stato-Regioni Rep. N. 65/CSR del 17 aprile 2019

Corso Ispettore Centro Revisione

MODULO C

Il Modulo C del corso ispettore centro revisione periodica dei veicoli della durata di 50 ore è suddiviso in 2 moduli formativi:
- C1] Tecnologia automobilistica - 20 ore;
- C2) Metodi di prova - 30 ore;
Il modulo è requisito indispensabile per l'abilitazione alla revisione periodica dei veicoli di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate.
Al termine del percorso è rilasciato un attestato di frequenza con profitto, che consente l'accesso alla successiva fase di abilitazione.
Il corso è rivolto a coloro i quali siano in possesso alternativamente di:
- Titolo di studio Diploma tra quelli previsti e almeno tre anni di esperienza professionale nell’area dei veicoli stradali;
- Titolo di studio Laurea tra quelle previste e almeno sei mesi di esperienza professionale nell’area dei veicoli stradali.
L'esperienza può essere di tirocinio o di lavoro o ricerca, anche in combinazione tra loro, aventi ad oggetto prevalente i veicoli stradali/prove tecniche, anche di natura sperimentale, svolti presso:
- Officine di autoriparazione di cui alla legge 5 febbraio 1992, n. 122
- Centri di controllo
- Aziende costruttrici di veicoli o loro impianti
- Università o Istituti scolastici superiori
Siano in possesso dell'attestato di frequenza con profitto del MODULO A e del MODULO B ovvero siano ispettori già autorizzati alla data del 20.05.2018
Elenco della normativa di riferimento:
- Direttiva Europea 2014/45/UE;
- Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 214 del 19 maggio 2017;
- Accordo Stato-Regioni Rep. N. 65/CSR del 17 aprile 2019


Corso Ispettore Centro Revisione

AGGIORNAMENTO ISPETTORI

Il Modulo Aggiornamento del corso ispettore centro revisione periodica dei veicoli della durata di 30 ore è suddiviso in più moduli formativi:
- AG1] Tecnologia automobilistica - 13 ore;
- AG2] Metodi di prova - 11 ore;
- AG3] Procedure amministrative - 6 ore.
Al termine del percorso è rilasciato un attestato di frequenza con profitto, che consente il mantenimento della abilitazione.

Il corso è rivolto a coloro i quali siano già abilitati come Ispettori Revisione Veicoli per il mantenimento della propria abilitazione
Per il mantenimento della abilitazione il Modulo Aggiornamento dovrà essere frequentato da tutti gli ispettori già abilitati entro 3 anni dalla data di abilitazione e successivamente ogni 3 anni
Tutti gli ispettori già abilitati che siano in possesso dell'attestato di frequenza con profitto del MODULO A e del MODULO B ovvero siano ispettori già autorizzati alla data del 31.08.2018 sono tenuti periodicamente a frequentare il Modulo Aggiornamento
SCADENZE OBBLIGATORIE DI COMPLETAMENTO DEL MODULO DI AGGIORNAMENTO PER ISPETTORI GIA' ABILITATI AL 31.08.2018 ED ISCRITTI AL RUI (d'ufficio):
- entro il 31 dicembre 2024, per gli ispettori abilitati o autorizzati fino al 31 dicembre 2010;
- entro il 31 dicembre 2025, per gli ispettori abilitati o autorizzati tra il 1 gennaio 2011 e il 31 agosto 2018.


Elenco della normativa di riferimento:
- Direttiva Europea 2014/45/UE;
- Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 214 del 19 maggio 2017;
- Accordo Stato-Regioni Rep. N. 65/CSR del 17 aprile 2019
- Decreto Dirigenziale MIMS del 16 febbraio 2022 pubblicato su G.U. n. 48 del 26.02.2022

CONDIVIDI SUI SOCIAL